alluce valgo informazioni e trattamento

Alluce valgo: informazioni e trattamento

L’alluce valgo è una delle patologie più comuni del piede: la sua prevalenza, pari al 23% tra i 18 e i 65 anni, aumenta con l’età, attestandosi su valori superiori al 35% dopo i 65 anni.

Per l’alluce valgo di entità media o moderata è indicata la chirurgia percutanea, che non prevede incisioni sulla pelle. E già dal giorno dopo l’intervento il paziente può tornare a camminare caricando sul piede

Si chiama chirurgia percutanea dell’alluce valgo ed è una tecnica chirurgica che corregge la dolorosa deformità del primo dito del piede senza incidere la pelle. Un intervento in anestesia locale, che consente al paziente di camminare caricando sul piede già dal giorno dopo l’operazione. Il dolore post operatorio è pressoché assente come le cicatrici, con un notevole vantaggio estetico. E’ importante precisare che non sempre questo problema si può curare così, ma c’è la necessità di un vero e proprio intervento.

Come accorgersi del problema

Quando vi è l’alluce valgo, il dito appare deviato lateralmente, a volte è ruotato esternamente e alla sua base sul lato mediale si forma una tumefazione corrispondente alla testa del primo metatarso, chiamata comunemente ‘cipolla’. 

Con il peggiorare della deformazione si sviluppa un sovraccarico sulla parte anteriore del piede con alterazione dolorosa del carico sulle teste metatarsali, accompagnata da deformità a danno del secondo dito che sviluppa callosità dolenti.

La deformazione è legata, nella maggior parte dei casi, a cause genetiche, ma il valgismo può essere correlato anche a malattie infiammatorie come, per esempio, l’artrite reumatoide oppure a conseguenze di fratture della caviglia o delle ossa del piede.

Non vanno sottovalutati, infine, i fattori ambientali in grado di alterare la biomeccanica del passo, come l’uso di scarpe a pianta stretta e con tacchi alti che, agendo su un piede predisposto, contribuiscono a favorire lo sviluppo precoce della deformazione.

I trattamenti possibili per l’alluce valgo

E’ possibile provare a trattare il problema con l’uso di calzature comode, plantari o ortesi, con una terapia medica, con della fisioterapia. Ma la malattia è all’interno dell’organismo. E’ indicato quindi, procedere con l’intervento chirurgico per ‘riallineare l’alluce’. Esistono varie tecniche chirurgiche per correggere i diversi gradi di valgismo. L’obiettivo è quello di ottenere una buona correzione per diverse tipologie di deformità. L’operazione dell’alluce valgo che deve essere eseguita è la osteotomia del 1° metatarso con tecnica mininvasiva percutanea.

Quando è indicata la chirurgia invasiva?

La scelta della tipologia di intervento viene decisa in sede di visita e dopo una attenta valutazione delle radiografie dei piedi sotto carico, tenendo conto di diversi parametri quali l’età, il dolore e soprattutto del grado di deformità. La tecnica del Dott. Andrea Scala, pubblicata nel Febbraio 2013 negli Stati Uniti, dalla rivista Foot and Ankle Specialist, ha dimostrato di essere molto affidabile e assicura risultati soddisfacenti che rimangono tali nel tempo.

Contattaci, il Dott. Andrea Scala è specialista in Medicina dello Sport, Traumatologia, Ortopedia e cura delle patologie del piede e della caviglia, dal 1984 è un vero e proprio punto di riferimento nel campo della chirurgia ortopedica di alta qualità.